Marketing Coach o Consulente di Marketing?

marketing coach

Sempre più frequentemente mi stanno chiedendo quale sia la differenza tra un marketing coach e un consulente di marketing e così ho pensato di scrivere un post dove spiegare in modo facile e comprensibile quali siano le differenze.

Per iniziare, sia il coach che il consulente aiutano le aziende, le organizzazioni e gli studi professionali a sviluppare il business attraverso le azioni di marketing più adatte ed efficaci.

Entrambi aiutano gli imprenditori e i loro staff a capire il mondo del marketing e lavorano con loro per creare un piano di marketing personalizzato per la specifica tipologia di business.

Ed entrambi sanno costruire un marketing plan, lo sanno mettere in opera e aiutano l’impresa a mantenere la giusta rotta, facendo migliorare le vendite e il business in generale.

Ma allora che cosa fa esattamente un marketing coach?

Il marketing coach è un allenatore di competenze.

Proprio come fa un allenatore sportivo perfezionando gli atleti a lui affidati e migliorandone il rendimento, il marketing coach aiuta l’imprenditore sviluppandone le competenze di marketing, ampliandone le conoscenze in vari ambiti, migliorandone la motivazione, monitorandone i risultati e valutando i correttivi da apportare.

Il marketing coach si occupa anche di formare l’imprenditore, il marketing team e i manager sull’esecuzione della strategia, e, se necessario, sviluppare le competenze personali specifiche per ogni attività.

Una volta che il marketing plan è up-and-running, è compito del team aziendale (e non del marketing coach) eseguire le singole parti del piano.

E il consulente di marketing? Perché è diverso dal coach?

In questo caso – pur lavorando comunque assieme all’imprenditore per il marketing plan – è il consulente di marketing che si occupa di eseguire in prima persona gran parte delle attività di marketing.

La fase realizzativa, e i tempi ad essa connessi, sono il motivo per cui, normalmente, il consulente di marketing ha un rapporto lavorativo con l’azienda per un periodo di tempo molto più lungo rispetto al coach.

… e quindi che cosa scegliere?

Il marketing coach è la soluzione ideale quando ci si accorge che è necessaria una guida, ma allo stesso tempo si vuole avere il controllo della situazione mantenendo in casa le attività di marketing.

Il marketing coach impiega meno tempo per portare a termine il proprio compito rispetto al consulente di marketing che si occupa anche della fase realizzativa, quindi anche il costo per l’azienda è minore. Tuttavia in questo caso l’azienda si deve occupare delle attività di marketing utilizzando risorse interne.

Pertanto se l’impresa non ha tempo e/o risorse da investire nelle attività di marketing, un consulente di marketing potrebbe essere la soluzione ideale: è vero che ha un costo superiore rispetto al coach, ma consente all’azienda di liberare risorse – in termini di tempo e di persone – per altre attività.

 

Vuoi provare il servizio di Marketing coach ma non sai se fa per te?
Nessun problema: richiedi subito un coupon per provare una sessione gratuita da 30 minuti che puoi usare per conoscermi, per una consulenza orientativa o per chiarirti le idee sui tuoi problemi di marketing.

Comment

There is no comment on this post. Be the first one.

Leave a comment